Medicina estetica nel 2021 : una medicina estetica che ci faccia essere belle e al naturale

 

Dopo averci parlato di come Tu vedi la medicina estetica e come ti approcci al paziente che ti presenta il suo problema con un inestetismo, cosa significa per te trattare un paziente? Come ti comporti nei confronti di chi vuole ‘cambiare’ ?

Come dicevo nel podcast precedente che abbiamo affrontato , ogni singolo  trattamento fa parte di un percorso  terapeutico o di un protocollo che viene condiviso con il paziente dopo la prima visita di medicina estetica . Resta il fatto , che ad oggi, ci sono tantissime opportunità per raggiungere diversi risultati senza stravolgere la ‘naturalezza’ di un viso , un collo o un decolletè . La medicina estetica nel 2021 è cresciuta talmente tanto che ha raggiunto un valore, per così dire, altissimo, sia in termini di prevenzione , sia per il trattamento. Il medico estetico , ha le capacità di unire più branche della medicina sotto il suo sapere, e quindi è in grado di valutare in modo globale e in modo non standardizzato il paziente e quindi di proporre il trattamento adatto a quella persona. Non è un caso, che dove riconosco di non poter fare nulla, perché magari non ho un determinato macchinario o non ho dimestichezza con un determinato prodotto, consigliato per quell’inestetismo , io invii a qualche collega che invece ha più esperienza di me.

Quindi quali sono i trattamenti che ad oggi hanno efficacia , senza stravolgere la naturalezza dei volti?

La mia preferita in assoluto , da sempre, perché mi da grandissime soddisfazioni e mi regala tantissimi sorrisi delle pazienti , giovani o meno giovani , è la tossina botulinica. Ad oggi , dobbiamo veramente smettere di pensare a volti completamente bloccati da botox mal fatto, e dobbiamo pensare a un baby-botox che utilizza la tossina botulinica come uno scalpello, gioca con una adeguata e ottimale conoscenza della anatomia, per ottenere una neuro-modulazione e non un blocco muscolare. Quello che si ottiene quindi è si un leggero blocco muscolare, che riduce le rughe mimiche ma senza uniformare i visi e impedire la mimica faccialetotalmente , come siamo purtroppo stati abituati fino a 5-10 anni fa.

Sicuramente i filler di acido jaluronico e di idrossiapatite di calcio , ad oggi sono tantissimi, sono studiati attentamente e hanno delle capacità reologiche di elasticità, rigidità, compattezza, viscosità che ci permettono di scegliere sempre il prodotto più adatto e personale per quel paziente, e per quella zona del corpo/viso, così come alcuni trattamenti invasivi come i fili di trazione e i fili di biostimolazione.

Ci sono anche una miriade di composti fito-complessi , vitamine, enzimi, peptidi biomimetici , insieme a botulino e acido jaluronico libero che anche possono essere iniettati nella cute e dare risultati delicati, naturali, senza gonfiare e senza complicazioni , sto parlando della mesoterapia e delle biostimolazioni e bioristrutturazioni cutanee .

Altro trattamento che adoro, perché da risultati veloci, di qualità e senza l’utilizzo di aghi , sono i peeling chimici ad uso esclusivamente medicale – sottolineo questa cosa, perché purtroppo mi è capitato di imbattermi in drammi causati dall’uso improprio dei peeling chimici da parte di personale non sanitario non preparato .

Poi ci sono ovviamente tante tantissime apparecchiature medicali iniettive, non iniettive, ablative e non che possono dare anche dei risultati sempre naturali

Cosa consigli quindi?

Il mio consiglio spassionato e professionale è quello di affidarsi sempre a persone preparate,  dedicate, che abbiano comunque un curriculum non fatto di sole fotografie del prima e dopo, ma che abbiano formato una certa esperienza con master di II livello quadriennali o universitari , con tanta pratica e quindi adeguata esperienza, e non arrivare direttamente con la richiesta e l’aspettativa di un determinato trattamento.

Open chat