I cosmetici : buco nero del portafogli o salvezza della nostra pelle?

Il 2020 ha registrato il boom di acquisti online di cosmetici e sicuramente il fatto di avere più tempo da passare online, di curarsi della pelle, e indubbiamente, come stiamo facendo oggi, vedersi sullo schermo del pc in smart-working tramite le piattaforme di colloqui online ha fatto s che le persone dessero motla importanza alla texture cutanea. Da qui, appunto, tutit ad acquistare migliaia di prodotti cosmetici e a spendere un sacco di soldi. Ma quindi, Stefania , da medico estetico, la cosmesi pensi che sia un buco nero del portafogli o effettivamente fa la differenza?

La cosmesi nell’ultimo decennio ha avuto un boom espnenziale, sono nate tantissime nuove aziende che propongono prodotti innovativi , prodotti eco-bio, la consapevolezza del consumatore rispetto a ciò che spalma sulla pelle e le ricerche sugli interferenti endocrini e sugli effetti nocivi che alcune sostanze possono avere sul nostro corpo passando attraverso la pelle hanno permesso alle aziende di produrre prodotti cosmetici con sempre meno impatto ambientale, più dermo-compatibilità e sicuramente più scelta…. Ma questo ha creato anche moltissima confusione, e quindi nonostante il crescere delle conoscenze, dei principi attivi e delle composizioni cosmetiche , restano sempre le stesse le tipologie di pelle a cui le persone adeguano la propria cosmesi: pelle secca, mista o grassa, e sensibile.

Peccato che non sia proprio così, non si può scegliere un cosmetico solo attraverso un test online o attraverso una app che valuta attraverso la fotocamera frontale del cellulare la qualità della pelle e quindi da consigli, ma è necessario affidarsi a personale specializzato (sanitario o non) che abbia una profonda conoscenza di cosmetologia e dei principi attivi, che sappia leggere un INCI ma che in particolar modo abbia le competenze per poter valutare fisicamente la pelle , ad occhio nudo, con lampade speciali e anche con dati oggettivi ricavabili da macchinari adattati alla valutazione della cute, e quindi consigliare la routine cosmetica adatta e personalizzata per la singola persona.

Cosa significa cosmesi personalizzata?

Significa che dopo una attenda visita medico estetica come avevo già spiegato nei precedenti podcast, dove analizzo approfonditamente l’anamnesi del paziente, faccio una visita a occhio nudo, con luce naturale e fredda, con la luce di wood, con il dermatoscopio se ce ne fosse bisogno e infine attraverso una apparecchiatura faccio delle valutazione della corneometria e della idratazione cutanea, della produzione di sebo, delle macchie cutanee, del danno solare e dell’invecchiamento cutaneo oltre che valuto attentamente la tipologia delle ‘macchie’ e dei ‘pori’ della pelle (il cui nome è osti follicolari in realtà) , faccio dei test di sensibilità e di reattività cutanea e dopo aver avuto tutte queste informazioni, faccio una diagnosi della pelle della persona (viso, collo, corpo, mani) e prescrivo , come un farmaco, tutta la cosmesi domiciliare ideale per migliorare la qualità della pelle, la risposta agli agenti esterni  e anche il crono e foto invecchiamento. In alcuni casi , questo mi permette di avere un riscontro effettivo anche a breve per migliorare l’effetto dei trattamenti medico estetici invasivi o no che andrò a fare alla stessa paziente .

In breve , è una prescrizione di una beauty routine completamente personalizzata, e con efficacia assicurata, sia in prevenzione che in trattamento attivo.

Quindi sconsigli il fai date?

Non sto sconsigliando il fai da te. Ad eccezione di alcuni attivi che devono essere per forza valutati dopo un test adeguato (come i peeling chimici anche quelli ‘naturali’ che comunque sono sempre acidi) , i prodotti attualmente in commercio sono milioni se non miliardi, e quindi è necessario conoscerli e sapere cosa spalmiamo sulla nostra pelle per sapere se quell’attivo ci farà bene.

Esistono ad esempio casi di acne cosmetologica proprio perché si sbaglia la tipologia di trattamento cosmetico, e quindi si crea una risposta abnorme di produzione di sebo, oppure si chiudono i ‘pori’, oppure si esfolia troppo, anche meccanicamente (con gli scrub) … ogni cosa che facciamo sul nostro viso ha un riscontro, e troppe volte vedo persone con danni da cosmesi. Credo che bisognerebbe spendere il giusto , facendo sempre una valutazione in modo da non buttare soldi e acquistare prodotti sbagliati per la nostra pelle.

Open chat